Tempesta di luce, omaggio poetico

Tempesta solare

Tempesta di luce.
Per poter bere calici di quella luce
e nuova energia mi smuovesse dentro,
per essere fuoco di quel roveto ardente
da trasfondere nelle mie vene aduste,
verrei peregrinante dietro i tuoi passi
per consumare insieme il pane dei colori.
Mele croccanti al morso,
luce che non scolora,
ali impalpabili di leggiadri voli,
tutto quel magma di luce amaranto
trasmuta la visione della Vita
e quel percorso opaco del cammino
da oggi in poi per me sarà un incanto.

Annunci

Informazioni su annysea

Nulla da dichiarare
Questa voce è stata pubblicata in commenti poetici su opere d'arte. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...