CON IL MARE NELLE VENE

20150802_200629

 C’è nell’aria
la vendemmia di un giorno
che declina il capo
in grappoli di luce rossa;
– già la notte progetta
sogni di velluto da appuntare
tra le trecce sciolte –

Conterò
i miei versi ad uno ad uno
per dormire in attesa di sognarti.

Sono qui,
a rileggere le lettere scritte
e non spedite mai.
-una ciglia sfuggita dagli occhi
sigilla le buste senza destinatario –

Con la mia valigia
di versi invenduti
organizzo sugli scogli
un meeting di ricordi
mentre,
nell’ascella del porto,
le rare barche assonnate
cullano nostalgie di uomini
addormentati
con il mare nelle vene

Annunci

Informazioni su annysea

Nulla da dichiarare
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a        CON IL MARE NELLE VENE

  1. Fabio Mancini ha detto:

    Annarella, Annarella, cosa dovrei dirti? Poeti ci si inventa? Un giorno, si aprono gli occhi e ci si chiede: come posso sfuggire alla noia e uscire dall’anonimato? Quasi, quasi, mi metto a scrivere bene o male delle poesie e il mondo saprà che esisto. Chi parte con questo presupposto, secondo me, non è un poeta, ma un volgare imitatore. Il mondo web è pieno di simili personaggi: sedicenti intellettuali, scrittori, poeti e chi più ne ha, più ne metta. Nel carrozzone c’è posto per tutti! Ma non tutti valiamo allo stesso modo-aggiungo io. Tu ad esempio, sei nata e cresciuta con la poesia nel cuore. Hai composto tantissime poesie, pubblicato libri, ma hai letto anche moltissimi autori. Dico questo perché chi esercita la scrittura, paradossalmente trascura la cosa più importante: non legge gli altri autori, o ne sottovaluta l’utilità. La scrittura è uno dei tanti modi per far esprimere il proprio animo, è tecnica unita alla creatività. I tuoi versi non potrebbero essere composti da un improvvisatore, o da un avventuriero di strofe. I tuoi versi sono fluide goccioline che convergono in un’unica direzione. Sono l’insieme di tante perfette note che compongono un’Allegra che nella chiusa trovano il perfetto finale. Diciamolo, per favore! Ciao, Fabio.

  2. silvestro ha detto:

    Poesia di luce di cielo intensa di empiti emotivi, e tensione espressive che inducono ad un
    accurato trasalimento sensuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...