Recensione Ottobrata

foglie_autunno_astratto copia

Dalla trasmissione “Incontro con gli autori”

ideata e condotta dal Prof. Pasquale Carone – 15 ottobre 2011

Leggendo“ Ottobrata”, l’ultima produzione di Anna  Marinelli, liriche scritte nell’ottobre 2011, voglio soffermarmi su un aspetto della sua poesia che mi sta tanto a cuore e che cercherò di chiarire con lei, oggi, in questo, metaforicamente parlando, salotto letterario.

Siamo abituati alla poesia di Anna che ci trasporta in atmosfere di sogno, di magia, di ricordi, di memorie; atmosfere di indubbia tenerezza. Siamo abituati alla poesia di Anna che, come hanno scritto illustri recensori, è “di forte respiro e di alta ispirazione”; “è un rivolo d’ acqua che, saltellando, scintilla agli occhi della mente, dona fascino e conforta”; “versi come prismi di luce”; “poesia pura come acqua sgorgante da limpidissima fonte”; e, come da me definita,  “un passerotto che si posa sul davanzale della finestra e ti invita ad amare la vita”.

“Ma, forse, – mi chiedo – questa è la prima Anna?”.

La poesia, si dice, è espressione dell‘animo umano che rispecchia e riflette i sentimenti, le sensazioni del poeta. Essa cambia come cambiano gli stati d’animo, i momenti, gli umori, le situazioni del poeta stesso. E allora voglio porre ad Anna alcuni quesiti.

Forse è l’approssimarsi dell’autunno con le foglie ingiallite che cadono, metafora della vita che scorre, che la rende malinconica?

Quando ti coglie la malinconia/

……………………………………………………

non si intravvede raggio di sole /

o dardo di luce diamantina /

Si può parlare in questa sua raccolta di velato pessimismo? Spero, in tal modo, di non scatenare contro di me gli anatemi di chi ha scritto della sua poesia in tutt’altro modo. Non c’è dubbio che i versi di “Ottobrata” sono versi eleganti, raffinati, di intenso lirismo; e sono anche versi d’amore in cui la Natura esplode in tutto il suo splendore con “le schiume bianche”, “con i sassi levigati dalle onde”, “con le sue conchiglie madreperlate”, “con la luce ammaliante del crepuscolo che viene”, “con gli imperscrutabili orizzonti”. La Natura è la prima attrice, ma nasconde e porta con sé quella soffusa e velata malinconia della nostra poetessa. Sembra quasi che Anna esprima sottovoce, in silenzio, per un senso di pudore, ciò che vorrebbe invece gridare: la “rabbia” perché trova davanti a sé “un muro di silenzio”.

Chiedevo all‘ amore di baciarmi, finalmente!/

Ma non ebbi risposte ./

La mia anima è una lacrima

che nessuno riesce ad asciugare/

Odio l’ amore/

e amo l’ odio/

appassionatamente/.

Versi di catulliana memoria.

Temo il ritmo del cuore/

quando batte impazzito/

sussurrando il tuo nome/.

Sono versi che si commentano da sé e che fanno apparire Anna diversa dalla poetessa che infonde di dolcezza il nostro animo. Ma ella  ritrova la forza, che per un attimo sembra aver smarrito, quando

Il sole………………………./

accorda l’unica corda rimasta/

un si-bemolle/

su cui si arrampica/

l’ultimo frammento di speranza/.

E cos’è  “tale frammento di speranza”? Sono i sogni.

Lasciami i sogni/

perché senza di essi/

l’arcobaleno sarebbe orfano di luce/.

E allora, cara Anna, lasciaci sognare perché anime sensibili come noi, che amiamo la poesia, hanno bisogno dei tuoi versi: in essi ci ritroviamo, in essi ci rispecchiamo, da essi attingiamo conforto. E anche perché, ha detto qualcuno, la poesia non è di chi la scrive, ma di chi la legge, purché costui abbia un animo predisposto ad amarla.

Annunci

Informazioni su annysea

Nulla da dichiarare
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...