Il venditore etiope

13939362_10209729561546640_5527961666421718546_n (1)

 

Il venditore etiope vendeva monili
I suoi occhi elargivano bagliori alla notte,
il sorriso d’avorio bianchissimo
oscurava le stelle agostane.

le mani le usava come lunghissime liane
per scalare le cuccagne dei sogni
dove finiscono spesso i palloncini
che sfuggono di mano ai più piccini.

il venditore etiope aveva piedi immensi
attraversava savane d’inquietudini
valicava frontiere di miseria
scandagliava pozzi di sorgive

Gli occhi perduti sulla chioma di un banano
l’orecchio teso a percepire il pianto
di un virgulto lasciato nel deserto.

il suo passo lasciava orme dolci
percorrendo un tempo di miracoli
avanzando come guerriero pacifico
veniva avanti emulando un ghibli seducente.

Potrebbe sorgere una Città futura
intorno alla cinta dei suoi fianchi
Piantata sui suoi grandi piedi
che conoscono perimetri d’infinito.

La pelle del suo cuore è un tamburo
che trasmette segnali ineludibili
tamtam che raggiungono stelle alleate
svegliano l’amata che sotto la tenda riposa
al riparo dalla calura di Luglio.

 

 

Annunci

Informazioni su annysea

Nulla da dichiarare
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...