Archivio dell'autore: annysea

Informazioni su annysea

Nulla da dichiarare

Calle

CALLE Calice di ambrosia per creature assetate di luce… accosterò le mie labbra a questa fonte di setoso candore… ch’io ne beva fino ad inebriarmi di Dio! L’indice dorato di Dio, mi indica il sentiero della luce… ch’io mi imbarchi … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Autunno, stagione a me sì cara

  Autunno, stagione a me sì cara, Tavolozze di colori ti offre questa malinconica stagione, che s’apre un varco tra le nebbie mattutine che si prodiga di riempirti ceste di sapori asprigni e dolci di uva fragolina. Cenerentola tra tutte … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Fuoco di memorie

UN FUOCO DI MEMORIE     Il primo vagito della sera si annuncia, -fiocco rosso all’orizzonte- Trapunta di stelle. Guanciale di nuvola. Carillon di vento. Vacilla il giorno e si rammenta appena il suo passaggio. Sospiro di poeta, la luna, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Angeli senza ali

O Dio, mio Dio, Ti prego per gli angeli custodi, quelli  di carne  ossa  e lacrime, quelli che non hanno le ali ma che invisibili ceppi d’amore trattengono accanto ai capezzali.   O Dio, mio Dio, Ti prego per questi … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

  HO AMATO IL SOLE

    E’ vero, lo confesso, ho amato il sole. Genuflessa dinanzi ai suoi magnifici ginocchi, l’ho adorato. Ho atteso la sua nascita nella culla del mattino, ho spiato del sole ogni gesto di bambino. L’ho seguito mentre con piedi … Continua a leggere

Pubblicato in poesie inedite di anna marinelli, Uncategorized | Lascia un commento

Dolore liquefatto

  Lacrima, dolore liquefatto, dolore che coagula sul volto come rovo che ti strappa le carni. Dolore, assenzio che si deve ingoiare. Sulle labbra tumefatte si depone tuo malgrado come nebbia impalpabile. Non ti puoi leccare le ferite, non c’è … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Racemi d’anima

  Vengo da te, di notte come una ladra dal passo felpato, vengo alle tue vigne di nuvole e rondini… Passo da  te di notte nel dormiveglia della città.   Aggrappata all’areopago della luna di Ottobre. Quella sempre gravida di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Barchette di carta

Barchette di carta   Barchette di carta sono le nostre vite sospinte da ogni alito di vento che le smuove. Fragile involucro di carne, che presto marcisce, perdendo il  suo lucore. Traghetti di finta gioia, trascorriamo in affanno le nostre … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Alba

Le tendevo un agguato di sguardi La spiavo mentre squarciava la placenta della notte, con astuzia l’ho circondata con una rete a trama stretta. Come sentinella sul torrione di un maniero, come pescatore dalla fiocina innescata. Ti ho scorta mentre … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Lettera ad Eligio alla vigilia della sua ordinazione sacerdotale

Amici, nel 25esimo anniversario dell’ordinazione sacerdotale di don Filippo Urso, don Davide Colella, don Cosimo Rodia e don Eligio Grimaldi oggi festeggiati da tutta la comunità Parrocchiale, sotto l’egida della nostra venerata Madonna del Popolo, ho pensato di riproporre la … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento