Anni

42286117_10216431441129441_6940705216631144448_n.jpg

  Anni, mi scorrono sul viso

come foglie che fuggono

dal ramo.

E s’addensa un dubbio

sulla fronte,

mentre il divario

fra l’oggi e il domani

si dilata.

Hanno smarrito

l’eco delle danze

le cose amate,

e nelle stanze

s’insedia

l’ombra della sera

a sovvertire

il tempo e le stagioni

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

Con il mare nelle vene

40273626_10216243469190260_7800527625994108928_n.jpg40126146_10216243415708923_1151066345022947328_n.jpg

 

CON IL MARE NELLE VENE

C’è nell’aria
la vendemmia di un giorno
che declina il capo
in grappoli di luce rossa;
– già la notte progetta
sogni di velluto da appuntare
tra le trecce sciolte –

Conterò i miei versi ad uno ad uno
per dormire in attesa di sognarti.

Sono qui,
a rileggere le lettere scritte
e non spedite mai.
-una ciglia sfuggita dagli occhi
sigilla le buste senza destinatario –

Con la mia valigia
di versi invenduti
organizzo sugli scogli
un meeting di ricordi

mentre,
nell’ascella del porto,
le rare barche assonnate
cullano nostalgie di uomini
addormentati
con il mare nelle vene

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Poeti di strada 2

E dopo un altalenante pomeriggio durante il quale la pioggia è apparsa petulante a sovvertire tutti i programmi, le attese e le ansie, dopo la pioggia e i tuoni scroscianti e rumorosi e le nostre attese si affievolivano sempre più… alle 18, è arrivato il temuto comunicato” date le condizioni atmosferiche avverse la Manifestazione “Notte di Jazz nei vicoli non avrà luogo, si spera di rimandarla a Domani”… Ma dopo dieci minuti dal comunicato e dopo aver fatto diecimila telefonate per avvisare parenti e amici…ecco che il cielo si allaga di luce…il cielo azzurro avanza maestoso tra le nubi che si inchinano al suo Dominio..e subito, subito una sassaiola di contrordini” L’Evento si farà!!! L’Evento si farà!!! E noi, io Mina Cipriano e le mie due collaboratrici Lucia Moscatelli e Pasqua Convertino come solerti formiche ci siamo catapultate sulla scena, ovvero la nostra  ancora luccicante di pioggia, VIA MAGGIORE, per  adornarla di lampade, di cassette decorate, di orecchini di versi appesi ai lobi delle pareti “Scarufate” e avite.

E poi, ci siamo calate nel Sogno!

40040336_301670220624039_9073569942711828480_n

40141596_1059267140905607_6404499285827649536_n

39994558_10216223723336626_4772067355754758144_n

39986183_10216223730416803_3731520530826657792_n

39989075_10216223728096745_2879377565938614272_n

40047943_10216223723736636_7423906659681959936_n

39997216_10216223727376727_387993219373203456_n

40042028_10216223720296550_8080511445894168576_n

39987993_10216223734376902_6536077412826873856_n

40056738_1042357909274967_4347606449539514368_n

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Notte di Jazz e poesia tra i vicoli

39913633_1940414726256880_1839736442239057920_n

#SanGiorgioJonico – #NotTeDiJazzTraVicoli –#Rassegna

L’Amministrazione Comunale di San Giorgio Jonico (Ta) targata Mino Fabbiano e l’Associazione turistica Pro Loco di San Giorgio Jonico, con la collaborazione della Biblioteca Comunale ” G. Monteleone ” e dell’Associazione Artistico Aulturale ” Lino Agnini ” presentano la 1^ edizione di ” NOT(T)E di JAZZ tra i Vicoli “, Venerdì 24 agosto 2018 alle ore 20.30. Un percorso mirato, tra musica, sapori, poesia, scrittura, pittura e fotografia tra i vicoli del centro storico di San Giorgio Jonico. Uno degli eventi più attesi della rassegna culturale dell’estate sangiorgese, curata dall’Ass. allo Spettacolo dr.ssa Mina Farilla. Una suggestiva serata in cui il centro storico di San Giorgio Jonico sarà teatro a cielo aperto: Piazza San Giorgio, Via Panteca, Piazza Santa Maria del Popolo, via Maggiore, Corso Umberto e Piazza Asilo, queste sono le vie toccate dal percorso artistico. Il percorso musicale, dal tipico gusto Jazz, sarà animato da artisti dall’alto calibro artistico del grande panorama jazzista, quali: The three of us (trio drumless), Unplugged duo (musica dal mondo), Drum line (tribal dance in the Borneo), Orchestra Andrès, Segovia (dir. Ivana Oliva), Yaraka quartet, Antonello Parisi jazz trio, Salvatore Russo Gypsy trio, Richard Sinclair experience e l’artista internazionale Joe Magnarelli 4’tet. Il percorso musicale sarà corredato dalla presenza di pittori, tra i quali: Rosaria Piccione e Carmelina Mingolla, poeti, scrittori e fotografi, testimonianza del patrimonio artistico e culturale locale. Immancabile il percorso enogastronomico per gli appassionati di prodotti tipici e locali.

La direzione artistica è a cura de: ArtCafe Eventi a firma di Alessandro Napolitano e Gianluca Guastella.

 — a San Giorgio Jonico, Puglia, Italy.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Poeti di strada

2015-11-09 FOTOTESTO - EBBI PER CULLA UN ALBERO DI PESCO.jpg

 

POETI DI STRADA

E domani saremo in strada, saremo ai bordi della via, a spargere petali di rose a lanciare sassi di poesia. ” I poeti che strane creature” canta De Gregori, ” Ogni volta che parlano è una truffa, Mussolini scrisse anche poesie….”Anche Napoleone scrisse poesie, scrisse lettere d’amore infuocate alla sua Giuseppina, anche se la chiamava “Disgraziata, anche se la chiamava sciagurata…

Un certo A. P. su Facebook, quando pubblicai la mia poesia ” ebbi per culla un albero di pesco e fui avvolta in petali di rose” mi commentò dandomi della bugiarda, dicendomi che le sparavo grosse..ma lui non sa, (non sapeva), che i poeti per arrivare alla farina iniziano a parlare di semente… per dire pane dicono “Il frutto della spiga”…il poeta usa un linguaggio perverso…un linguaggio strano che mira a rubarti emozioni sopite nel ripostiglio più segreto della tua anima, mira a suscitare in chi legge dei rimandi emotivi sospesi sull’ arcobaleno del tuo tempo vissuto o ancora soltanto atteso e sognato.

Il poeta è quel venditore di rose che si avvicina al tavolo del ristorante, dove tu stai cenando con la tua bella e ti invita a donarle una rosa…una rosa che non costa niente, una rosa senza prezzo. Quante volte quel venditore di rose viene allontanato con un gesto annoiato della mano… come se la rosa rossa che gli viene offerta non sia già di per sé un miracolo di Dio.

Il poeta è il “lampadiere” che porta la lampada della poesia appesa alle sue spalle, Lui brancola nel buio ma illumina la strada a coloro che lo seguono.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Via Maggiore

39748432_10216190280580578_6626626941313089536_n copia

 

Via Maggiore

 

In case bianche

calde come nidi

vissero fanciulle

con i sogni nelle tasche.

Le loro voci argentine

risuonano ancora,

come quando giocavano

alla campana, di controra.

I panni appesi,

all’ombra del campanile,

odoravano di preghiere a vintiunòra,

nessun rumore ostile le distraeva,

nessun pericolo oscuro le minacciava.

Era una strada

che come madre le abbracciava,

e di ogni ginocchio sbucciato le consolava.

 

Risento ancora  un ticchettìo di zoccoletti

se percorro qualche volta quella via

rivedo “Cusimina ti bacuccu

e i suoi cento gatti,

e “diavolo rosso

che le faceva ridere da matti.

 

Anna Marinelli  2018

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Il Sogno che si avvera

francesco greco.jpg

 

Ebbene Sì, ci sarò. ..finalmente rivedrò il genio musicale di Francesco Greco…udro’ le note del suo seducente violino risuonare nelle mie amate Tagghjate. … finalmente il Sogno che si avvera… La mia voce si librerà leggera…la mia mano spargera’ petali di versi…In quelle amate e amare cave che furono irrorate dal sudore della fronte dei miei avi. Grazie Assessore Mina Farilla, Grazie Romina Tomaselli, Grazie Vita.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Via Maggiore

 

Via Maggiore jpg copia

 

Via Maggiore

 

In case bianche

calde come nidi

vissero fanciulle

con i sogni nelle tasche.

Le loro voci argentine

risuonano ancora,

come quando giocavano

alla campana, di controra.

I panni appesi,

all’ombra del campanile,

odoravano di preghiere e di canti

a vintiunòra,

nessun rumore ostile le distraeva,

nessun pericolo oscuro le minacciava.

Era una strada

che come madre le abbracciava,

e di ogni ginocchio sbucciato le consolava.

 

Risento ancora  un ticchettìo di zoccoletti

se percorro qualche volta quella via

rivedo “Cusimina ti bacuccu

e i suoi cento gatti,

e “diavolo rosso

che le faceva ridere da matti.

 

Pubblicato in Fotopoesie, poesie inedite di anna marinelli, Uncategorized | Lascia un commento

Valentina ( Sirenetta)

valentina.jpg

 

Mi avvolgono

le tue braccia come mantello

di sole

che s’apre un varco

tra i profumi boschivi.

Ebbri di umidori della notte

i miei capelli

gemono frammenti d’alfabeti sconosciuti,

spremono latte ai seni delle nuvole

aggrappati ai fianchi del giovane mattino.
Arrotondo spartiti di stelle

nella rimessa d’intatte lenzuola

per cantare poemi

in chiave di violino.
Sradico anemoni marini

sortilegi di sabbie ancora vergini

per deporli alla foce del tuo fiume,

mentre impazienti

labbra di quarzo aspettano abluzioni

a distendere lo spasmo del tramonto.
Sirena di pietra

trasfiguro nella voce roca

il suono del tuo nome.
Una voglia di danza

mi veste di desiderio.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Video

https://www.facebook.com/groups/1658533634426010/permalink/2142081976071171/

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento