Valentina ( Sirenetta)

valentina.jpg

 

Mi avvolgono

le tue braccia come mantello

di sole

che s’apre un varco

tra i profumi boschivi.

Ebbri di umidori della notte

i miei capelli

gemono frammenti d’alfabeti sconosciuti,

spremono latte ai seni delle nuvole

aggrappati ai fianchi del giovane mattino.
Arrotondo spartiti di stelle

nella rimessa d’intatte lenzuola

per cantare poemi

in chiave di violino.
Sradico anemoni marini

sortilegi di sabbie ancora vergini

per deporli alla foce del tuo fiume,

mentre impazienti

labbra di quarzo aspettano abluzioni

a distendere lo spasmo del tramonto.
Sirena di pietra

trasfiguro nella voce roca

il suono del tuo nome.
Una voglia di danza

mi veste di desiderio.

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Video

https://www.facebook.com/groups/1658533634426010/permalink/2142081976071171/

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Le vie dei Colori

36919658_1974606445903148_5398541550521155584_n.jpg

 

LE VIE DEI COLORI

Le vie dei colori passano attraverso
le verdi distese della mia anima,
rubano l’indaco all’arcobaleno,
l’azzurro, l’arancio, il giallo del sole.
Riescono a darmi i rossi più intensi
tratti dalle tavolozze delle forti emozioni,
si spalmano densi, sulla tela sempre uguale dei giorni
immaginando scenari d’avventurose storie,
pareti della Vita.
I colori dell’anima emanano bagliori
a ricamare campiture screziate,
circondate da recinti di cornici.
Sono frammenti d’Eterno
a impaginare il provvisorio
che si srotola,
come filo di matassa inargentata
sull’arcolaio inarrestabile del tempo.

37032676_1980583791972080_6080548375344709632_n

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Gabbie

bambini-migranti-gabbie-trump-marcia-indietro-500

 

I bimbi del Kossovo sono angeli:

chi spezzò le loro ali?

Avevano ali piccole e forti

e volavano a bassa quota sul mondo,

bastava poco per renderli felici .

Chi rubò la loro pace ?

 

I bimbi di Serbia sono innocenti:

chi infangò di sangue le loro ali ?

Avevano occhi grandi e neri

e un sogno custodito

tra le pagine di un libro di racconti.

Chi negò loro la fantasia ?

 

I bimbi del Brasile sono forti:

chi seminò le lacrime sui loro volti ?

Avevano grandi sorrisi

su bocche sdentate di povertà.

Chi rubò loro la gioia ?

 

I bimbi d’Albania sono buoni:

chi barattò la loro vita

in cambio di un passaporto verso l’ignoto?

Avevano tra le mani la speranza,

di una vita senza dittatura,

che si infranse lungo le scogliere.

Chi ha negato loro il pane ?

 

I figli dei migranti sono nati liberi.

Chi li rinchiuse in gabbie di rifiuto

Recintando la loro libertà

Nel nome di una assurda società?

 

Rispondetemi, voi che siete assisi

sui capisaldi del potere.

Chi assolverà le vostre colpe ?

 

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , | 2 commenti

Stupirsi di Dio

20150615_102339

35201807_10215648915206782_6800666699843502080_n.jpg

35026377_10215648915646793_2526313305539084288_n.jpg

35146007_10215648915926800_7321238120760868864_n.jpg

34856435_10215648916366811_8841554130049695744_n.jpg

 

Stupirsi di Dio

(Anselmo Malvestio, Un tempo per stupirsi)

Lo stupore nasce dalla sorpresa.
La sorpresa è tale quando mi viene dal di fuori, dall’alto,
improvvisa, inattesa, gratuita, nuova.
Ogni dono è sorpresa.
Senza sorpresa non c’è un dono serio!
Il dono-sorpresa produce in me
sbigottimento, stupore vivo, ammirazione.
Mi rapisce, mi meraviglia
e mi conduce al donatore
che scopro sorprendente, meraviglioso,
mirabile, fantasioso, attento.
Comprendo che lui, il donatore, mi ama.
Perciò non mi interessa più il dono-sorpresa,
ma colui che è Dono-Sorpresa.
Non m’attira il dono, ma il donatore.
Non cerco più il segno dell’amore,
ma l’Amore.
E dal prodigio riconosco il Prodigio.

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

A piedi nudi

18582447_10212468425616530_1211279444643198367_n

 

A PIEDI NUDI

Lontano, il tempo si scioglie
nel crogiolo delle tue pupille!
Sino a quando i silenzi avranno parole
nelle nasse dei pesci d’oro,
dimenticati dai pescatori
sull’arenile.

Scende scalza anche la luna
dalla sua biga d’argento,
avvolta come femme fatale
in uno scialle di lamè!

Cammina a piedi nudi, la luna
lasciando scie luminose
briciole di sorrisi e lacrime
per catturare sciami di stelle.

Orme lucenti mi abbagliano
quando il sonno tarda a venire
e conto ad uno ad uno i tuoi versi d’amore,
sospesi come diamanti,
tagliati
con una lama lucente e mutevole
come taglia la lontananza.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Pane e rose

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Mi nutro di pane lacrime e rose
per sfamare digiuni d’amore
e restare tra i viventi.

Le lacrime sono il mio pane
notte e giorno,
senza di te, amore,
disconosco significanze di sorrisi.

Vorrei chiederlo alle nuvole d’agosto,
ai cespugli di corallo degli abissi…
alle nuvole guanciali di sospiri…
alle stelle compagne d’illusioni…

In questa notte
così violenta di desiderio
così azzurra di sogni
così nera d’illusioni
vorrei sostare su una panchina di nuvole
per narrarti le cose
che non ho mai detto
nemmeno al mio cuore gitano.

Vorrei sfogliare la rosa
che appassisce di lacrime e silenzi,
vorrei guardarti negli occhi
e raggiungerti ovunque tu sia,
cercarti in ogni latitudine
fino agli estremi confini della ragione.

Sciolgo i miei brividi
in catini di vetro
trasparenti come lacrime,

taglienti come lame di luna,
spinosi come rovi senza frutti,
né fiori, né sospiri, né baci, né deliri.

Ma tu soccorrimi, amico,
donami briciole di sogni,
strofe di poesia infinita,
lacrime dolci di miele d’acacia,
bocconi d’assenzio e acqua di rose…

Toccami l’anima, sfiorami il viso
senti, che dolci le lacrime di marzo
sono gioielli di quarzo
per chi ne vorrà.

Non negarmi i tuoi sogni
buia notte!
domani avrò fame di stelle
e mi nutrirò di sospiri.

Questa notte sfoglierò
pagine d’ombra
in attesa di sognare
albe di rugiada.

Qui e Ora voglio restare
abbracciata alla notte
per farmi addormentare…

Domani sarò certo un altro giorno!
Mi toccherà nuovamente vivere…
Mi toccherà di nuovo indossare
una collana di spine senza rose…

ieri..ore 23

Pubblicato in poesie d'amore inedite, poesie inedite di anna marinelli | Lascia un commento

Preghiera per un’amica morente

Scienza-e-Carità-Pablo-Picasso-analisi.jpg

Suppliche allo Spirito Santo per l’Amica morente

 

Spirito santo aprile il cuore,

Spirito santo illumina la sua mente,

Spirito santo disponi al perdono,

Spirito santo allevia la pena

Spirito santo éffeta della luce

Spirito santo consiglio dei dubbiosi

Spirito santo dai orecchie per udire,

spirito santo sciogli la lingua per profferire parole di pace.

Spirito santo fai chiarezza nel comprendere

la grandiosità del momento.

Spirito santo frantuma la resistenza,

Spirito santo, dona balsamo all’amarezza,

Spirito santo dischiudi l’uscio della compassione

Spirito santo consigliale l’abbandono

Falle accettare la Volontà del Padre.

Falle lasciare questo mondo serena,

che non sia tentata dai rimpianti

che non sia tentata dal maligno

che resti salda al legno della croce

che resti salda con la sua mano nella tua,

che si distacchi dalle cose di questo mondo.

Che senta fame  e sete di giustizia…

che senta fame e desiderio di paradiso.

Che senta il passo leggero nel valicare la soglia

Che si protenda con le braccia tese verso il tuo abbraccio

Che si faccia prendere sulle spalle dal tuo Figlio diletto

Che si faccia portare in braccio dalla tua Sposa

Che pronunci il suo sì col sorriso di chi già t’intravvede

Che sia docile come agnella mansueta.

Che sia pronta col bagaglio di opere

Col suo sorriso dei giorni di festa,

Col passo leggero come quando si danza,

Senza più affanno come chi si riposa,

con l’abito bianco come fosse una sposa….

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Tutta bella sei, Maria

mese di maggio 2018.jpg

 

Tutta bella sei, Maria

Tutta bella sei, Maria, e il peccato originale non è in te.
Tu gloria di Gerusalemme, tu letizia d’Israele,
tu onore del nostro popolo, tu avvocata dei peccatori.
O Maria!  Vergine prudentissima, Madre clementissima,
prega per noi, intercedi per noi presso il Signore Gesù Cristo.
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Sera sul Lungomare

2010-09-18 monumento al marinaio

2010-09-18 monumento al marinaio copia

SERA SUL LUNGOMARE

 

Era spalmato di blu cobalto

il cielo, quella sera sul lungomare.

Stridi di giovani gabbiani

animavano l’aria

avvolta in morbidi tepori.

Trasudava silenzio la chiesetta

meta delle nostre passeggiate estive,

meditative, avvolgenti.

Vaste ombre si delineavano,

si impigliavano, sugli spigoli

del Monumento al marinaio,

ingigantendone la  statura.

Mentre si addensava la sera di velluto

sul mare che navigammo

su battelli d’amore,

incorniciati di promesse  giovanili,

un brivido percorse

la curva delle mie spalle,

sotto la luce ambrata

dei lampioni.

Pubblicato in poesie edite, poesie inedite di anna marinelli, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento